Risultati della ricerca

Circa 24 risultati

Le TERME di SATURNIA sul Sentiero delle Crete Senesi …si suda camminando e poi si suda stando fermi

Saturnia sorse in epoca romana lungo la Via Clodia nelle vicinanze della necropoli etrusca di Pian di Palma e delle sorgenti termali, già conosciute all'epoca, dalle quali prese la denominazione. Dell'antica via consolare rimangono alcune pietre conservate presso Porta Romana.La città romana subì nel VI secolo una gravissima distruzione e iniziò un periodo di decadenza. Nel periodo medievale Saturnia conobbe una fase di rinascita grazie ai conti di Tintinnano e, nel corso del Duecento, passò alla famiglia Aldobrandeschi, entrando a far parte della Contea di Sovana nel 1274. Nel Trecento venne ...

  • Toscana Trek e Terme

SULLE STRADE di COPPI, GIRARDENGO e SANTE POLLASTRI …parole e musica di Francesco De Gregori

Fausto Coppi nasce il 15 settembre 1919. Appena nato pesa solo due chili. Ragazzetto, comincia a lavorare a Novi Ligure come garzone di salumeria. È a Novi che incontra colui che tanta parte avrà nei suoi trionfi: il massaggiatore cieco Biagio Cavanna, autentico 'santone' del ciclismo che negli anni precedenti era stato con Girardengo. È Cavanna che insegna al giovane Fausto, intuendone le potenzialità di campione, il mestiere della bicicletta. Disputa la sua prima gara nel luglio del '37 alla Boffalora, ma è nell'estate del '38 che centra la sua prima vittoria. Nel '39 partecipa come indipend...

  • Piemonte Trek in bici

ROCCHE del REOPASSO …u cadregon du diau

I pendii rocciosi delle Rocche del Reopasso, costituiti dall'esteso affioramento di "conglomerato di Savignone", culminano nelle cime della Carrega del Diavolo (957 m) e della Biurca (940 m). La roccia è costituita da ciottoli cementati ed aventi una composizione calcareo-marnosa, più raramente vulcanica. Un sistema di faglie e fratture, legato a fenomeni geologici risalenti al Quaternario, è il principale fattore ad aver originato versanti così ripidi, talora a strapiombo.

  • Liguria Trek a Piedi

ALTO MONFERRATO …la strada dei castelli

La zona è nel sud della provincia di Alessandria, ai confini con la Liguria e la provincia di Asti, a nord la pianura circostante Alessandria coperto di fitti boschi, Basso Monferrato (quella settentrionale), più arido e spoglio di vegetazione. I rilievi che formano l'Alto Monferrato, dolcemente arrotondati in colline poco elevate, sono costituiti da terreni calcarei poco compatti e da depositi argilloso-arenacei risalenti al terziario. L'Alto Monferrato è disseminato di paesi, isolati sui dossi collinari, di castelli fortificati e numerosi sono i luoghi di culto. Le colline del Monferrato son...

  • Piemonte Panza Trek...vie del Gusto

La SACRA di SAN MICHELE …sul sentiero dei Franchi e di Guglielmo di Baskerville

La Sacra di San Michele, una tra le abbazie benedettine più note, è oggi considerata fra i maggiori complessi architettonici di età romanica presenti in Europa. Per raggiungere la Porta dello Zodiaco, è necessario seguire un cammino "ascensionale" di 243 scalini. La struttura architettonica dell’abbazia è molto particolare. Le contorte masse rocciose della montagna si fondono in un unico corpo con l´insieme del basamento, delle scalinate e dei contrafforti di sostegno. La Sacra è teatro di iniziative culturali ma, soprattutto, è un luogo che non ha mai smesso di ospitare coloro che bussano, si...

  • Piemonte Trek a Piedi

VENEZIA “SCONTA” …viaggio nella fantasia

Venezia nei suoi aspetti più nascosti: un itinerario pieno di disegni, fantasia e capolavori da scoprire, cortile e pietre ricche di storia, fiabe e leggende da conoscere, ma anche di osterie, ristoranti e posti giusti per bere, mangiare o, semplicemente, gustare un’atmosfera o uno stato d’animo. Corto Maltese è un personaggio creato da Hugo Pratt, veneziano che non ha mai fatto mistero di considerare Venezia il centro del mondo. E noi andremo alla “Caccia al Tesoro” di Corto… che potrebbe essere anche una Venezia lontana dai turisti… una Venezia appartata, magica, nascosta al turismo di massa...

  • Veneto Città Invisibili

PARCO delle CINQUETERRE e COSTA TRAMONTI in Liguria …un sentiero tra borghi aggrappati a falesie

Le Cinqueterre comprendono i borghi medievali di Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. La particolare asperità del terreno, caratterizzata da montagne a picco sul mare, ha ostacolato per secoli i collegamenti preservando il tratto di costa ligure da interventi invasivi e distruttivi. L’uomo ha saputo adattarsi al territorio modellando il paesaggio, ricavandone le poche risorse disponibili, in particolare olio e vino, e costruendo piccoli insediamenti che appaiono oggi non troppo diversi da com'erano secoli fa. Il tratto “dopo” le Cinqueterre è probabilmente ancora più bello…...

  • Liguria Trek a Piedi

Andiamo all’INFERNOT … in vino veritas

Gli infernot sono splendide cantine secolari scavate nella cosiddetta pietra da cantoni che caratterizza il Basso Monferrato. Questa infatti veniva estratta dalle cave per costruire case e palazzi e il suo colore avorio che si illumina di arancione al tramonto contraddistingue le colline del Monferrato. L’utilizzo privilegiato e diffuso della pietra da cantoni era anche quello di creare una condizione di umidità e temperatura stabile ideale per le cantine. Motivo per cui, in molte case, queste erano scavate direttamente nella pietra da cantoni, in cunicoli lunghi diversi metri, con alla base u...

  • Piemonte Panza Trek...terre del vino

Il CERESIO tra Porto Ceresio e la Valganna … quasi in Svizzera

Il lago di Lugano, si estende tra il Canton Ticino, la Provincia di Como e la Provincia di Varese. All'Italia appartiene la sezione nord-orientale (col paese di Porlezza e la Valsolda, entrambi in provincia di Como) e un tratto della costa sudoccidentale presso Porto Ceresio (in provincia di Varese). Alla Svizzera appartiene invece la parte più estesa e centrale del bacino, con Lugano ed il centro di Morcote. Ceresio, l'altro nome del Lago di Lugano, è l'italianizzazione del nome latino Ceresium, di etimologia incerta: secondo alcuni dal latino "cerasa" cioè ciliegia, secondo altri ci sarebbe ...

  • Lombardia Trek a Piedi

MILANO con il TRAM … i bastioni spagnoli con il 9 o il 10

“Succede a volte che un viaggio, lungo o breve spostamento nello spazio, diventi per noi soli anche uno spostamento nel tempo: richiamo di avvenimenti lontani, che hanno interessato la nostra esperienza personale, ma che sono legati anche alla storia dei luoghi che attraversiamo. Riaffiorano così eventi o volti sepolti nelle stratificazioni del proprio archivio mentale. Vecchi ricordi che riemergono quando torniamo in luoghi dove abbiamo trascorso infanzia e adolescenza”.

  • Lombardia Città Invisibili

GREENWAY sul Lago di Como …in scioltezza, lungo le rive del lago da Colonno a Cadenabbia

Il Lago di Como è uno dei territori più belli della Lombardia che accoglie con entusiasmo tutti gli ospiti che intendono trascorrere qui una piacevole vacanza. Questi luoghi sono una vera e propria armonia di colori in cui prevalgono l’azzurro dei laghi e il verde dei boschi: un paesaggio spettacolare, ricchissimo di panorami mozzafiato. La Greenway del Lago si snoda per oltre 10 km attraverso i comuni di Colonno, Sala Comacina, Ossuccio, Lenno, Mezzegra, Tremezzo e Griante, in parte appena sopra gli abitati e in parte lungolago. Lungo la greenway si possono così scoprire le diverse anime di q...

  • Lombardia Trek a Piedi

PARMA e dintorni … il buon vivere

Fino al 1513 il territorio del Ducato di Parma fu parte del ducato di Milano sotto gli Sforza, quindi sotto la Francia. Nel 1512-13 Massimiliano Sforza riottenne il governo di Milano, ma lo Stato Pontificio annetté i territori a sud del Po.Nel 1545 il Papa Pio III° creò il Ducato di Parma e Piacenza per destinarlo a suo figlio Pier Luigi. Il Ducato durò oltre tre secoli, passando dai Farnese ai Borbone nel 1731. La dominazione borbonica fu intervallata da due periodi di reggenza asburgica e dall'annessione al Primo Impero Francese. Nel 1859 i territori ducali furono incorporati alle Province U...

  • Emilia Romagna Città Invisibili

IL TRIANGOLO LARIANOIl Boletto e il Bolettone …

Le valli che circondano il Lago di Como sono tra le più belle zone delle Prealpi, ricche di vegetazione e popolate da numerose specie animali. Un territorio omogeneo da dove partono numerose escursioni lungo le antiche strade militari e sentieri verso alpeggi e rifugi. La Grigna, il Resegone, il Legnone, gruppi montuosi importanti, ma anche il San Primo, il Monte Bregagno e il Pizzo di Gino, che fanno corona al lago, acquistano un fascino particolare e indimenticabile nei lunghi tramonti estivi, ma anche nella calda luce autunnale che ne avvolge i contorni, nell’antico candore invernale e anco...

  • Lombardia Trek a Piedi

ANELLO di VOLASTRA … alle spalle delle Cinqueterre

Paese con un forte radicamento alla terra, alle sue vigne, al suo vino offre la possibilità di godere di numerose passeggiate, sia collinari che marine o di tuffarsi in limpide acque. Caratteristiche urbane del borgo: L'originale pianta circolare fa pensare ad una probabile origine etrusca, la parte più antica non è visibile dal mare. La chiesa parrocchiale, che è anche santuario dedicato a N.S. Madonna della salute è posta appena fuori del borgo. Edificata attorno al XII secolo (probabilmente su una preesistente), è stata recentemente restaurata con l'apporto determinante del volontariato loc...

  • Liguria Trek a Piedi

La MILANO di AMBROGIO …viaggio nella Milano antica

Milano 374. In una delle chiese della città, gremita fino all’inverosimile, presbiteri e laici, vecchi e giovani, cattolici e ariani stavano discutendo animatamente sul nome del successore del vescovo Assenzio (ariano) morto di recente. Era un po’ di tempo ormai che le due fazioni si affrontavano animatamente anche per le strade, con qualche pericolo per l’ordine pubblico. Non si poteva far finta di niente. E infatti Ambrogio, il governatore (della Lombardia, Liguria ed Emilia, con sede appunto a Milano) si recò in quella chiesa per calmare gli animi e per incoraggiare il popolo a fare la scel...

  • Lombardia Città Invisibili

Parco della CAMARGUE …tra arte e natura

“La Provenza entra nel cuore e non se ne va più. La terra, il cielo, il mare fanno dolce violenza: paesi antichi, arroccati su pendii luminosi, rocce come trine, serafici campi di lavanda, fremiti bianchi su mandorli in fiore, abissi azzurri. Ora piuttosto freddi, ora intensi e alti all'orizzonte. Solo i colori di Cézanne hanno potuto dirli. Colori fermi e veri, che entrano dentro le cose stesse e si strutturano come architetture, e i colori di Van Gogh che se ne vanno in un volo senza fine e trascendono il reale. I vigneti, i pini, i cipressi, le case si dorano al sole nelle giornate calme, s...

  • Francia Festa degli Amici di Panda Trek

ANELLO di MONTEROSSO in Liguria ”…meriggiare pallido e assorto…”

Un itinerario alternativo alle Cinqueterre: l’entroterra di Monterosso e il santuario di Soviore, citato per la prima volta nel 1225, ma forse risalente a molti secoli prima, al periodo dell’invasione dei Rotari. Splendida vista sul mare da questo santuario che, insieme ad altri, costella l’entroterra ligure di Levante. Punta Mesco è invece il balcone naturale da cui godere della splendida vista da Portofino sino alla Palmaria. Soviore è il Santuario mariano più antico della Liguria. Recentemente sotto il pavimento della Chiesa gli scavi hanno messo in evidenza il perimetro di una chiesa più p...

  • Liguria Trek a Piedi

PARCO del MONTE di PORTOFINO …una baia, una pineta, un’antica abbazia

Il parco del Monte di Portofino separa i golfi di Camogli e S. Margherita Ligure ed è inciso da numerose insenature. La vetta è a 610 metri e scende sul mare con ripidissimi pendii dove vegeta una straordinaria macchia mediterranea. Notevole il contrasto tra il versante nord del promontorio dove prevalgono il castagno e il faggio e quello sud, con una vegetazione mediterranea, o boschi di pino marittimo e pino d'Aleppo, fitta macchia di leccio, ginepro, corbezzolo e ginestra. Da visitare l'abbazia di S. Fruttuoso del tredicesimo secolo che custodisce le tombe di Doria. Caratteristici gli abita...

  • Liguria Trek a Piedi

GRECIA nella Terra del Mito…

Ellade…nell’antichità, nome dapprima di una regione della Tessagli meridionale, poi anche dei popoli abitanti più a S. Già nel 6° sec. a.C. per E. s’intendeva tutta la  Gracia e con il nome di Elleni i Greci chiamavano sé stessi nel loro complesso. Al tempo di Erodoto (5° sec.) è già netta la distinzione tra Elleni e barbari e un secolo dopo di lui Elleni significa non più soltanto una comunità nazionale bensì una comunità di cultura. In tal modo poterono considerarsi Elleni i Macedoni e nell’Egitto tolemaico tutti coloro che prendevano parte alla vita del ginnasio. Nel cristianesimo il nome E...

  • Capodanno e Epifania

RUTA del CID

Mito, leggenda e storia s'intrecciano nella vita dell'eroe della Reconquista più famoso della Spagna: Rodrigo Díaz de Vivar, meglio noto come "El Cid Campeador" o semplicemente El Cid. Il Campeador può considerarsi il più popolare degli eroi nazionali spagnoli, tanto che le sue gesta hanno ispirato numerose opere nella letteratura, e non solo quella spagnola. Si consideri tra tutti il poema 'El Cantar de Mio Cid', datato 1140 e spesso indicato come l'inizio della letteratura in Spagna, o ancora "Le gesta giovanili del Cid", scritto da Guillén de Castro nel XVII secolo, e la tragedia di Pierre ...

  • Spagna Capodanno e Epifania

SENTIERO VERDEAZZURRO, CINQUETERRE, Costa TRAMONTI

… l’ambiente marino, l’aspetto etnografico, la macchia mediterranea … un paesaggio, unico al mondo, fatto di insenature, rocce, macchia mediterranea … lo sguardo che spazia fin dove il mare sembra fondersi con il cielo … i borghi di Monterosso, Corniglia, Manarola, Riomaggiore e, su tutti, la splendida Vernazza … la fatica di salire e scendere da scalini che non sembrano finire mai e la gioia l’appagamento per avercela fatta insieme ai tuoi compagni … le lasagne al forno, al pesto e la focaccia ligure…

  • Liguria Capodanno e Epifania

CORSICA NORD SOFT

Sono tante le immagini che cercano di afferrare la magia della Corsica: l’isola del silenzio, l’isola della bellezza, la più vicina delle isole lontane… la Corsica è tutto questo ed anche molto di più. Un vero mondo in miniatura dove puoi trovare insieme deserti e foreste, spiagge e montagne, piccole città e antichi villaggi di pietra… Galeria, una piccola perla posata su una spiaggia nei pressi delle rocce rosse di Scandola… Ota, aggrappata alle pendici della montagna, ma con un occhio rivolto al mare che si vede laggiù… sono questi i due posti da dove partiremo per penetrare nei misteri dell...

  • Corsica Capodanno e Epifania

CIASPOLE a PESCOCOSTANZO nel Parco della Majella

Un Parco tutto di montagna, la Montagna Madre d’Abruzzo nella parte più impervia e selvaggia dell'Appennino Centrale, la Montagna “Sacra”, perché pervasa da una sacralità monumentale che da sempre ispira profonda religiosità e per questo tanto cara al Papa Celestino V e agli eremiti. Il Parco del Lupo, dell'Orso, dei vasti pianori d'alta quota e dei canyons selvaggi e imponenti, ma anche il Parco degli Eremi, delle Abbazie, delle capanne in pietra a secco, dei meravigliosi centri storici dei Comuni che ne fanno parte.

  • Abruzzo Capodanno e Epifania

SICILIA… MAGNA GRECIA

La forza meravigliosa dell'Etna, il mare cristallino della costa Ionica, il patrimonio storico e archeologico, il barocco delle chiese e dei palazzi, le tradizioni enogastronomiche e la musica, il calore umano e un'innata cultura dell’ospitalità...Catania e i suoi dintorni. Il fuoco, l’acqua, la luce s’incontrano, si mescolano, s’intrecciano, per donare al visitatore uno spettacolo unico. Un lembo di terra in cui la natura miscela i colori in un abbraccio che avvolge piccole baie e sentieri imbevuti dei profumi del vino moscato, in un continuo alternarsi di scogliere ed insenature che diventan...

  • Capodanno e Epifania