Risultati della ricerca

Circa 45 risultati

PADOVA, la CITTA’ del SANTO … e la città delle stelle

Cosa ha in comune Galileo Galilei con Giotto e il pittore lombardo Giusto dei Menabuoi con Aristotele e Tolomeo? E come, gli affreschi che rivestono interamente il Palazzo della Ragione di Padova riflettono le teorie astrologiche di un uomo condannato a morte dal tribunale dell’Inquisizione? Lo scopriremo passeggiando per una delle città più misteriose ed affascinanti d’Italia con uno sguardo rivolto al passato ed uno ai moderni “riti” che animano la città: come lo shopping nei vivaci mercati cittadini o l’irrinunciabile aperitivo in piazza delle Erbe.

  • Veneto

GREENWAY sul Lago di Como …in scioltezza, lungo le rive del lago da Colonno a Cadenabbia

Il Lago di Como è uno dei territori più belli della Lombardia che accoglie con entusiasmo tutti gli ospiti che intendono trascorrere qui una piacevole vacanza. Questi luoghi sono una vera e propria armonia di colori in cui prevalgono l’azzurro dei laghi e il verde dei boschi: un paesaggio spettacolare, ricchissimo di panorami mozzafiato. La caratteristica principale sono sicuramente i laghi dalle acque cristalline e dalle bellezze naturali, architettoniche e artistiche senza eguali, come i giardini e le ville, circondati da una catena di monti importanti con vette a tratti imponenti e a tratti...

  • Lombardia

PICCOLE CAPITALI… Carpi, Guastalla, Gualtieri, Sabbioneta… … magiche atmosfere fra campagne e Po

La Bassa è a pieno titolo uno dei personaggi principali dei racconti di Giovannino Guareschi al pari di Don Camillo e Peppone, per questo, chiunque abbia amato i suoi libri, o visto i film con Fernandel e Gino Cervi, desidera vedere almeno una volta i luoghi descritti. Guareschi, giornalista, vignettista e romanziere, nacque a Fontanelle di Roccabianca, visse e lavorò a Parma, Potenza, Modena e Milano, ma i ricordi della sua terra natale rimasero sempre vivi in lui e lo accompagnarono perfino nei campi di lavoro, in Polonia e in Germania.

  • Lombardia, Emilia Romagna

VAL BORBERA in Piemonte …valli gastronomiche, si cammina e poi si mangia

Il silenzio di queste valli è tessuto da molte parole, da tradizioni, cultura, gastronomia che sussurrano ancora nel quotidiano lavoro degli abitanti. Sette comuni nell'Alta Val Borbera: Cantalupo, Albera, Cabella, Carrega, Rocchetta, Roccaforte, Mongiardino; due nella Bassa Val Borbera: Vignole e Borghetto; uno, Grondona, in Valle Spinti che un costone separa dalla Val Borbera ed infine il comune di Stazzano, ai confini della Val Borbera con la Valle Scrivia.

  • Piemonte

IL SENTIERO dello SPACCASASSI …nelle foreste di Canzo

Leggenda dei Corni di Canzo. Ci sono stati tempi lontanissimi in cui gli Arcangeli facevano guerra ai Diavoli. Da quaranta giorni era tutto un turbinare d’ali bianche e nere, di spade fiammeggianti e di palle di fuoco, parolacce e scherzi umilianti. Gli Arcangeli, decisero di porre fine alla lotta con un’estrema soluzione per sconfiggere Canzio generale dei Diavoli e tutta la sua diavoleria. Era Canzio un essere gigantesco e cattivissimo, con orribili corna sulla testa; quando apriva la bocca era come se si spalancasse una voragine e quando bestemmiava era come se mille tuoni rombassero tutti ...

  • Lombardia

PARCO delle CINQUETERRE …un sentiero tra borghi aggrappati a falesie

Le Cinqueterre, pittoresco tratto di costa scoscesa ai piedi dell’Appennino, racchiuse tra il promontorio di Montenero e quello di Punta Mesco, comprendono cinque borghi medievali: Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore. Dal settembre 1999, divenute Parco Nazionale, il primo in Liguria, sono una destinazione interessante sotto l’aspetto naturalistico e ambientale La particolare asperità del terreno, caratterizzata da montagne a picco sul mare, ha ostacolato per secoli i collegamenti preservando il tratto di costa ligure da interventi invasivi e distruttivi. L’uomo ha saputo ad...

  • Liguria

MILANO e le sue DONNE … eroine, streghe, scrittrici…

Le strade al femminile sono in Italia il 5 per cento, e a Milano il dato non arriva nemmeno al 3. Alle donne, i burocrati della toponomastica ambrosiana hanno dedicato 130 slarghi, piazze, viali. Agli uomini 2.435.

  • Lombardia

COMO …tra lago, pianura Alpi

Il centro della città è situato sul lungolago, intorno alla piazza del Duomo, una delle maggiori cattedrali dell'alta Italia. Il nucleo storico presenta ancora l'aspetto dell'originario Castrum romano, con mura medievali ben conservate e grandi torri di vedetta (Porta Torre, Torre Gattoni, San Vitale). Notevoli sono le chiese di S. Abbondio e S. Fedele, cuore della città murata, mentre di valore artistico sono i palazzi razionalisti eretti dal comasco Giuseppe Terragni: la Casa del Fascio, il Monumento ai Caduti, l'Asilo Sant’Elia e il Novocomun. Nei pressi, il Tempio Voltiano custodisce alcun...

  • Lombardia

SENTIERO VERDEAZZURRO da Moneglia a Levanto

“Framura quasi ferra mula, perché le vie sono aspre e sassose…” Così scrive nel 1537 Agostino Giustiniani riprendendo l’interpretazione toponomastica data da Jacopo Bracelli qualche decennio prima. Forse Dante ha presente la nostra costa quando dice “Tra Lerice e Turbia la più diserta, la più rotta ruina...”. Vediamola, questa rotta ruina. Le falesie del Porticciolo ed Apicchi alle quali si abbarbicano nelle valli più incise impenetrabili leccete, poi una lunga spiaggia, poi un’insenatura scavata nella verde serpentinite, ed infine scogliere di giganteschi cuscini di lava rossa, estrusi milion...

  • Liguria

SENTIERO del VIANDANTE …l’antica via napoleonica da Lierna a Varenna

In questi ultimi anni stiamo assistendo in parecchie località al recupero di vecchie vie di comunicazione, usate dai nostri predecessori sia per spostamenti commerciali sia individuali. Una di queste vie è il Sentiero del viandante, una strada modesta dal punto di vista storico, ma rappresentativa della vita che si svolgeva lungo questa sponda del lago di Como. Dopo l'attenta lettura di carte e documenti antichi, si è ricomposto questo cammino selciato e gradonato e lo si è consegnato, uniformando la segnaletica, agli escursionisti che lo percorrono per il piacere del corpo e dello spirito.

  • Lombardia

BOLOGNA la Dotta… … alla ricerca di Vasco, Guccini, Dalla e il “genius locii” della città

Definita da Charles de Brosses "il gran seminario della musica italiana" nel 1740, Bologna è stata da sempre culla privilegiata delle più varie espressioni musicali (liturgica, goliardica, ebraica..) fino a rivestire, soprattutto tra il XVII e XIX secolo, un ruolo di formazione e quindi di attrazione per numerosi ed importanti artisti di fama europea. Personalità come Mozart, Liszt, Mendelssohn non mancano di compiere una sosta in città durante l’immancabile viaggio in Italia. Altri invece come Farinelli, Rossini, e Donizetti la scelgono come dimora per periodi più o meno lunghi della loro vit...

  • Emilia Romagna

Il TRENINO ROSSO del BERNINA …in Engadina

Dalla fertile Valtellina ai ghiacciai perenni, la ferrovia a scartamento ridotto del Bernina offre un percorso unico e suggestivo attraverso paesaggi di incomparabile bellezza nel cuore delle Alpi. Partendo dallo storico crocevia di Tirano posto a 429 metri s.l.m., in meno di 30 chilometri, il “trenino delle nevi” copre un dislivello di 1824 metri. Attraverso la Val Poschiavo, con il suo pittoresco e omonimo capoluogo ricco di nobili palazzi dai differenti stili architettonici, raggiunge le nevi eterne e lambisce i ghiacciai del gruppo del Bernina, per scendere fino a Saint Moritz...

  • Svizzera

All’ABBAZIA di SAN BENEDETTO in Val Perlana …sui sentieri dell’Anno Mille

Escursione di forte interesse storico-artistico… in sole due ore di cammino, non facilissimo causa pendenza, ci fa fare un salto nel tempo di mille anni fa. In una casetta poco distante dalla chiesa vive attualmente da moderno eremita (attrezzato con pannelli solari) un certo signore, il quale si dedica al suo gregge (se è la stagione giusta potrebbe avere dei formaggi da vendervi) e anche alla cura del sito dell’Abbazia. L’interno dell’Abbazia è molto semplice: tre navate, tipiche dello stile romanico e una nota originale: l'altare in pietra con un curioso buco in mezzo, era un tempo una unit...

  • Lombardia

MILANO in MUSICA … o mia bela madunina…ma anche el purtava el scarp del tennis

Quanti sono i modi per raccontare una città? E Milano, in particolare? Tantissimi, ovviamente, tante quante sono le arti, dal cinema alla letteratura passando per la musica. La musica, ovviamente, che in decine di anni ne ha raccontato porzioni, sfaccettature, rendendola protagonista dei racconti o sfondo, mai banale. Una città in cui innamorarsi, nascondersi, rifugiarsi, una città frenetica, in costruzione, ma da cui è difficile staccarsi.

  • Lombardia

All’ABBAZIA di SAN PIETRO al MONTE sulle tracce di Re Desiderio, da Civate

La Leggenda di San Pietro al Monte narra che l'ultimo re longobardo Desiderio vi costruì un cenobio nel 772 per la miracolosa guarigione dell'occhio del figlio Adelchi grazie alle acque di una fonte, che scorre a tutt’oggi vicino alla chiesa. Il più antico documento riguardante l’abbazia stialto nel XII secolo, cita la presenza dell'abate Leutgario con trentacinque monaci benedettini legati al monastero di San Gallo in Svizzera.

  • Lombardia

ALTO MONFERRATO …la strada dei castelli

La zona è nel sud della provincia di Alessandria, ai confini con la Liguria e la provincia di Asti, a nord la pianura circostante Alessandria coperto di fitti boschi, Basso Monferrato (quella settentrionale), più arido e spoglio di vegetazione. I rilievi che formano l'Alto Monferrato, dolcemente arrotondati in colline poco elevate, sono costituiti da terreni calcarei poco compatti e da depositi argilloso-arenacei risalenti al terziario. L'Alto Monferrato è disseminato di paesi, isolati sui dossi collinari, di castelli fortificati e numerosi sono i luoghi di culto. Le colline del Monferrato son...

  • Piemonte

da CANNOBIO a CANNERO …antichi sentieri sul Lago Maggiore

Cannobio da il nome alla valle alle sue spella, la Val Cannobina. Ed essendo lo sbocco naturale di una valle la cui economia era improntata all’agricoltura e all’allevamento di animali, ha conservato ancora l’atmosfera contadina di una volta, mischiata, vista la posizione sul lago alla vocazione turistica di dimora dei “signori” che passavano le vacanze sul posto. E per fortuna le dimore ottocentesche di villeggiatura non sono andate perse insieme alle tradizioni contadine…

  • Piemonte

TRIESTE e il CARSO …dove ha combattuto…e scritto…Ungaretti

I Caffé Storici rappresentano al meglio l’atmosfera di Trieste, luogo d'incontro per dibattiti e manifestazioni culturali, immersi in una elegante atmosfera d'altri tempi. Da non dimenticare Colle San Giusto, piazze, chiese, Miramare. La parola Carso trova origine nella radice 'karra' e significa pietra. Ed è proprio la pietra l'essenza del Carso, fatto di un mondo sotterraneo, con cavità scavate dall’erosione delle acque. Stalattiti e stalagmiti cercano la via nelle viscere della terra e contribuiscono a creare scenari di grande bellezza come nelle Grotte di Postumia e di San Canziano; i lagh...

  • Friuli Venezia Giulia

ROUTE 66 …mother road, la strada dei “disperati” di Steinbeck

La United States Route 66 o Route 66 è una highway tra le prime di interesse federale; fu aperta l'11 novembre 1926, anche se fino all'anno seguente non furono installati tutti i cartelli indicatori. All’inizio collegava Chicago alla spiaggia di Santa Monica attraverso Illinois, Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas, Nuovo Messico, Arizona e California per un totale di 3.755 km (2.347 miglia). La Route 66 fu la strada usata per la migrazione verso ovest, specialmente durante il dust bowl, e supportò l'economia delle comunità attraverso le quali passava. Le popolazioni prosperarono per la crescente...

  • USA

IL CAMMINO DI SANTIAGO in Spagna

Seconda per importanza solo a Gerusalemme e Roma, Santiago de Compostela fu una delle principali mete di pellegrinaggio della Chiesa d'Occidente. Posta ai confini del continente, la tomba dell'apostolo Giacomo ha attirato fedeli da tutta Europa. Lungo questa strada si muovevano gli uomini e la società del medioevo: devozione e arte, pidocchi e pestilenze, briganti e santi marciavano insieme fino ai confini della terra. Seguendo la via delle cattedrali giungeremo alle spiagge atlantiche per raccogliere il simbolo dei pellegrini, la "vieira", la conchiglia da riportare in patria.

  • Spagna

TESTIMONI di PIETRA nei PAESI CATARI in Francia …le terre ed i castelli dell’eresia catara

Perché un viaggio nelle terre catare? Per cercare di capire le correnti eretiche che nel Medioevo hanno caratterizzato il pensiero religioso, contrapposto al potere della chiesa romana, ritenuta la religione ufficiale. Inoltre i Catari sono strettamente legati ai Templari e questi luoghi sono pieni non solo di dolore, ma anche di mistero (come non pensare a Rennes-le-Chateau). Il catarismo fu un movimento religioso molto attivo in Europa nell' XI, XII e XIII secolo. I Catari erano cristiani, ma differenti dai cattolici romani per una dualistica interpretazione del mondo. Per essi Dio creava l'...

  • Francia

MARZABOTTO … per non dimenticare

Durante la Seconda Guerra Mondiale 955 persone vennero uccise dai nazifascisti nei tre comuni di Marzabotto, Monzuno e Grizzana. Venne annientata un’intera comunità, che risiedeva da secoli su questi monti. La maggioranza delle uccisioni fu compiuta nelle giornate tra il 29 settembre e il 5 ottobre del 1944, poi note come quelle dell’Eccidio di Marzabotto, in cui persero la vita 770 persone. Altre violenze avvennero nel periodo precedente e successivo la strage. In questi luoghi operò la Brigata Partigiana Stella Rossa: nata a Vado, lungo la valle del Setta, essa combatté con coraggio tra ques...

  • Emilia Romagna

LAGO CAVLOC in Engadina …un angolo di paradiso

Si tratta di uno dei laghi più belli di cui è ricca la regione dell’Engadina, facilmente raggiungibile dal Passo del Maloja (1810m). Da qui infatti si imbocca un comodo sentiero che costeggia il laghetto di Bitabergh per poi salire tra larici e pini mughi ad una forcella a circa 2150m (per un dislivello quindi di 350m) da cui si gode un panorama stupendo su tutta l’Alpe Cavloc. Un ambiente tipicamente alpino di grande suggestione e nel quale si possono avvistare esemplari della fauna alpina oltre a bellissime fioriture. Si scende poi con un breve percorso al lago per sostare e passeggiare sull...

  • Svizzera

PUNTA MARTIN …una montagna “vera” sul mare di Genova

Un ambiente che racchiude le caratteristiche della macchia mediterranea e dell’alta montagna; salendo si può ammirare il mare che si stende dietro di noi e, dopo aver attraversato il più grande bosco di pini neri d’Italia, provare le emozioni della “vera” montagna lungo la cresta affilata di Punta Martin. Un’esperienza bellissima. La Punta Martin si trova nell'entroterra di Genova Pra e si erge a nord-est dell'abitato dell'Acquasanta. Il rilievo ha forma di piramide rocciosa ed è posto sul versante sud-ovest del massiccio ofiolitico del monte Penello (o Pennello) del quale costituisce la massi...

  • Liguria

SENTIERO VERDEAZZURRO, CINQUETERRE …da Sestri a Portovenere, tra mare e cielo

… l’ambiente marino, l’aspetto etnografico, la macchia mediterranea … un paesaggio, unico al mondo, fatto di insenature, rocce, macchia mediterranea … lo sguardo che spazia fin dove il mare sembra fondersi con il cielo … i borghi di Monterosso, Corniglia, Manarola, Riomaggiore e, su tutti, la splendida Vernazza … la fatica di salire e scendere da scalini che non sembrano finire mai e la gioia l’appagamento per avercela fatta insieme ai tuoi compagni … le lasagne al forno, al pesto e la focaccia ligure…

  • Liguria

Val di MELLO in Lombardia …Yosemite Valley italiana

Immaginate una valle ampia e assolata, delimitata da pareti verticali alte centinaia di metri, percorsa da un fresco torrente che si fa strada fra prati e boschi di larici. Una mulattiera collega minuscoli villaggi di pietra dove non passano macchine, dove non si odono altri suoni se non quello dell'acqua che precipita dai ghiacciai poco distanti generando imponenti cascate. Non è l'inizio di una favola, ma la Val di Mello, cosi com'è. E' merito della roccia in cui è scolpita, una varietà di granito, se questa valle è così bella. Del resto questa roccia quasi magica è responsabile di alcuni de...

  • Lombardia

MILANO MAGICA e STREGATA … mamma che paura!

Dicono che Milano sia una città troppo "materialistica" perché se ne possa tracciare un ritratto dal punto di vista del soprannaturale. Eppure, nei secoli, santi in vena di miracoli, demoni (anche citrulli e buontemponi), streghe, folletti, maghi e maliardi, fantasmi non hanno disdegnato di eleggere la metropoli meneghina a loro dimora.

  • Lombardia

CANZO Tra massi erratici, boschi e…gnomi

Presso Canzo c’è il santuario di S. Miro a ricordo dell’eremo in cui sarebbe vissuto l’eremita nato a Canzo.La gente gli riconosce il miracolo di aver solcato le acque del lago di Como sul proprio mantello. Il Santuario era in tempi passati meta di pellegrinaggio per ottenere pioggia per i campi. Il Santo divenne famoso nel far sgorgare le acque dalle rocce ed a lui è attribuita la Fonte Gajum, oggi sfruttata dall’industria dell’acqua minerale.

  • Lombardia

MONTE TOBBIO in Piemonte …un balcone su mare ed Alpi…

Queste montagne e queste valli dovevano apparire, al viaggiatore che le avesse attraversate secoli orsono, magari in epoca pre-romana, certamente molto diverse da come noi, oggi, le vediamo. Cerchiamo di immaginare una vastissima foresta che ricopra gran parte dell’Europa, un bosco immenso che colleghi il Mare del Nord con le tiepide acque del Mediterraneo, non conoscendo ostacoli. Niente città, solo minuscoli villaggi di poche case, campi coltivati più simili a piccoli orti che alle estese coltivazioni cui oggi siamo abituati. Un viandante che fosse passato nei pressi del Monte Tobbio, avrebb...

  • Piemonte

ANDAR per FANTASMI, STREGHE, DIAVOLI nella NOTTE VENEZIANA …luoghi misteriosi in una città misteriosa

Quando si avvicina l’ora di cena, le folle brulicanti di visitatori e di lavoratori lasciano la laguna e riparano sulla terraferma. Di notte, rimane chi a Venezia ci abita e chi ha il coraggio di sentirsi ancora romantico. Gli odori della città colpiscono a sorpresa nell’ombra, la decadenza delle case si maschera nel buio ed esse, dimentiche degli gli anni che passano, espongono orgogliosamente la loro superba eleganza. Il riflesso dei lampioni nei canali, incorniciato qui e là dalle linee dei ponti, sbalordisce per la semplicità struggente con cui la bellezza si mostra a chi ne accetta l’invi...

  • Veneto

MILANO con il TRAM … i bastioni spagnoli con il 9 o il 10

“Succede a volte che un viaggio, lungo o breve spostamento nello spazio, diventi per noi soli anche uno spostamento nel tempo: richiamo di avvenimenti lontani, che hanno interessato la nostra esperienza personale, ma che sono legati anche alla storia dei luoghi che attraversiamo. Riaffiorano così eventi o volti sepolti nelle stratificazioni del proprio archivio mentale. Vecchi ricordi che riemergono quando torniamo in luoghi dove abbiamo trascorso infanzia e adolescenza”. Dal libro “Milano è bella in tram” di Ferruccio Rapetti

  • Lombardia

AOSTA FELIX …a guardia della Valle, tra Roma e Medioevo

Siamo abituati a vedere i castelli come una presenza consueta, tanto che quasi non ci si fa più caso e sovente non ci si accorge delle crepe che si vanno aprendo nei loro muri Costruiti sulle sommità delle colline, in pianura o in montagna, isolati nel verde del loro parco oppure soffocati dalle case, restano una viva testimonianza del passato. Può tuttavia capitare che, un giorno, improvvisamente si "veda" il castello con occhi diversi: quel fregio, quella merlatura che occhieggia tra il verde, quell'alta torre misteriosa generano un prepotente desiderio di sapere qualcosa di più. E poi la Co...

  • Val d'Aosta

ISOLE MINORI nella laguna di VENEZIA …andar per isole in laguna

Un viaggio alla scoperta delle isole ‘minori’ della laguna di Venezia, luoghi silenziosi, purtroppo spesso disabitati, regni incontrastati della vegetazione e della fauna lagnare. A poca distanza dall'affollata Venezia, queste isole immerse in atmosfere surreali e fuori dal tempo, promettono ai pochi visitatori che vi si avventurano il fascino di un'escursione tra natura e storia, tra acqua e cielo.

  • Veneto

I BORDELLI di MILANO … viaggio negli “antichi” luoghi della prostituzione

Se non ci fossero state le cosiddette “case chiuse” probabilmente Gino Paoli non avrebbe mai scritto “Il Cielo in una Stanza”. Molte signorine sarebbero al riparo da malattie, intemperie, pazzi depravati. Sì, ci sarebbero molti più ragazzini in giro a provare la loro prima volta a pagamento – come accadeva di norma almeno fino a 40 anni fa -. Le “signorine” sarebbero monitorate e protette, curate e non sulla strada. Il decoro urbano ne gioverebbe. Le signorine invece in attesa di un’amica sul marciapiede oppure all’erta che arrivi l’autobus non verrebbero ingenerosamente scambiate per delle pa...

  • Lombardia

IL CAMMINO DI SANTIAGO a piedi da Leon …300 km da Leon a Santiago di Compostela

Cos’è il “Cammino”? Potremmo dire semplicemente che è il percorrere la strada che porta alla tomba di San Giacomo e che, in oltre un millennio, ha fatto milioni di persone. Il “Cammino” deve essere fatto a piedi, in bicicletta, a cavallo… qualcuno lo fa anche in auto, ma è evidentemente un’altra cosa. Il “Cammino” non è, né dovrebbe essere, interpretato come un percorso codificato, una corsa competitiva, un puro itinerario turistico. Il “Cammino” è qualcosa di più e, sicuramente, una volta lungo il percorso questa sensazione verrà fuori. La cosa più bella del Cammino? Le persone che si incontr...

  • Spagna

ALTOPIANO di ASIAGO …strafexpedition!

A fare da guida sui sentieri della resistenza sull’altopiano di Asiago sono due grandi scrittori, Mario Rigoni Stern e Luigi Meneghello, con i loro romanzi. La zona settentrionale dell’Altopiano rivestiva un ruolo fondamentale per i partigiani. Le numerose grotte e gli anfratti naturali tipici del terreno carsico e i ripari risalenti alla Grande Guerra erano ideali per nascondere le armi recuperate e per nascondersi. Sull’altopiano, nel 1915, le difese militari fisse in muratura erano le seguenti: a) opere in casamatta senza corazzatura intese come rifugio e nucleo di resistenza (es. forte Int...

  • Veneto

BRETAGNA di Artù ed Asterix …tra mito, storia, leggenda e…fumetto

La natura, il paesaggio insolito fatto di scogliere, piccole baie, promontori, la presenza di zone protette come Ploumanac’h, la riserva ornitologica di Cap Sizun, il Parco d’Armorique, le numerose “enclos parrocchiali” rendono questo viaggio particolarmente interessante. Ci sposteremo in lungo e in largo, senza fretta sperando di incontrare Asterix ed Obelix impegnati nella ricerca di legionari romani da bastonare…

  • Francia

I CORTILI di MILANO … dentro la pancia di Milano

Milano riserva piacevoli sorprese fatte di silenzio e armonia, che si nascondono dietro mura e portoni. Sono i chiostri, i giardini e i cortili: silenziosi, eleganti e nascosti… sono i veri tesori milanesi in cui giochi di luci e ombre creano contrasti suggestivi. I cortili delle lussuose dimore patrizie dai diversi stili architettonici, dal Rococò al Barocco, dal Neoclassico al Liberty, rievocano epoche passate, creano un itinerario alternativo per conoscere un’altra Milano, oasi di pace e meraviglia.

  • Lombardia

Sulle STRADE del BAROLO …il principe dei vini

Il Vino Barolo prende il nome dalla nobile famiglia Falletti, marchesi di Barolo, che ne iniziarono la produzione nei loro vigneti. Si racconta che giorno la marchesa Falletti offrì al re Carlo Alberto, 300 carrà di Barolo, perché il Re aveva espresso il desiderio di assaggiare quel "suo nuovo vino"; l'omaggio passò alla storia: le carrà erano infatti botti da trasporto su carro, della capacità di circa 600 litri (12 brente). Carlo Alberto rimase così entusiasta del vino avuto in dono che decise di comprare la tenuta di Verduno per potervi avviare una sua produzione personale.

  • Piemonte

ALBERI nella NEBBIA …ma chi ha detto che Milano è grigia?

Alimento, simbolo, ispirazione, conforto nella calura estiva e protezione dalle intemperie, compagni silenziosi e imprescindibili. Per i celti e per i nativi americani gli alberi erano le colonne del cielo, che sarebbe caduto in testa agli uomini, se fossero stati tagliati. Quando il cielo ci cadrà sulla testa … la fine degli alberi come la fine del mondo. Le specie più antiche testimoniano la vita di ere lontane, di cui nessun uomo fu mai testimone. Come gli uomini e prima degli uomini, hanno migrato con i continenti e con le glaciazioni …

  • Lombardia

VERONA … non solo Giulietta e Romeo

Verona, grazie alla ricchezza di testimonianze sparse sul suo territorio, permette come poche città in Italia, di ripercorrere tutte le fasi della sua storia millenaria. Le origini e l'espansione di Roma fino alle invasioni barbariche , le lotte intestine tra famiglie rivali, la Signoria Scaligera, Dante e il suo primo rifugio, la vicinanza con Venezia... La storia si condisce poi di infinite storie, curiosità, aneddoti, personaggi...

  • Veneto

ANELLO di VOLASTRA in Liguria … alle spalle delle Cinqueterre

Paese con un forte radicamento alla terra, alle sue vigne, al suo vino offre la possibilità di godere di numerose passeggiate, sia collinari che marine o di tuffarsi in limpide acque. Caratteristiche urbane del borgo: L'originale pianta circolare fa pensare ad una probabile origine etrusca, la parte più antica non è visibile dal mare. La chiesa parrocchiale, che è anche santuario dedicato a N.S. Madonna della salute è posta appena fuori del borgo. Edificata attorno al XII secolo (probabilmente su una preesistente), è stata recentemente restaurata con l'apporto determinante del volontariato loc...

  • Liguria

GRECIA nella Terra del Mito…

Ellade…nell’antichità, nome dapprima di una regione della Tessaglia meridionale, poi anche dei popoli abitanti più a S. Già nel 6° sec. a.C. per E. s’intendeva tutta la Grecia e con il nome di Elleni i Greci chiamavano sé stessi nel loro complesso. Al tempo di Erodoto(5° sec.) è già netta la distinzione tra Elleni e barbari e un secolo dopo di lui Elleni significa non più soltanto una comunità nazionale bensì una comunità di cultura. In tal modo poterono considerarsi Elleni i Macedoni e nell’Egitto tolemaico tutti coloro che prendevano parte alla vita del ginnasio. Nel cristianesimo il nome El...

  • Grecia

SENTIERO VERDEAZZURRO da Sestri a Moneglia in Liguria …un’alternativa alle Cinqueterre

Ha veramente un che di particolare la sensazione che trasmette la Baia del Silenzio quando la si vede per la prima volta. Infatti, oltre a presentare acque particolarmente trasparenti, il mare della Baia del Silenzio e' circondato da case color pastello che rendono incantevole il paesaggio. Insomma, una meta obbligata per chi visita il levante ligure. Non c'e' da meravigliarsi se gia' in tempi lontani fu meta prediletta di ospiti illustri come Lord Byron, Goethe e tanti altri. Infatti, la baia del silenzio si inserisce in una cornice romantica che suscita una gradevole sensazione ai suoi visit...

  • Liguria

La MILANO di AMBROGIO …viaggio nel medioevo milanese

Milano 374. In una delle chiese della città, gremita fino all’inverosimile, presbiteri e laici, vecchi e giovani, cattolici e ariani stavano discutendo animatamente sul nome del successore del vescovo Assenzio (ariano) morto di recente. Era un po’ di tempo ormai che le due fazioni si affrontavano animatamente anche per le strade, con qualche pericolo per l’ordine pubblico. Non si poteva far finta di niente. E infatti Ambrogio, il governatore (della Lombardia, Liguria ed Emilia, con sede appunto a Milano) si recò in quella chiesa per calmare gli animi e per incoraggiare il popolo a fare la scel...

  • Lombardia