News

DEFINIZIONE GRADI di DIFFICOLTA’


I parametri che definiscono la difficoltà sono:
  • Dislivello: la somma della pendenza in salita e discesa compreso i vari dislivelli dei saliscendi durante il percorso
  • Distanza reale: distanza calcolata tenendo conto dei chilometri effettivi compreso i dislivelli.
  • Tipo di segnaletica: La segnaletica (tabelle segna via, segnavia di vernice lungo il sentiero, picchetti segnavia infissi nel terreno, ometti in pietra) influisce sulla difficoltà dell’itinerario. Di fatto più un sentiero è segnato e battuto minori saranno le difficoltà di orientamento percorrendo lo stesso, viceversa una labile traccia evidenziata da pochi e distanti ometti in pietra richiederà maggiore intuito, senso dell’orientamento e buone capacità di lettura del terreno e della carta topografica.
  • Esposizione: L’esposizione dipende dalla pendenza, dalla continuità del tratto ripido ma anche da quello che ci sta sotto ai piedi (salti di roccia, scarpate, inghiottitoi, nevai ripidi ecc). In caso di caduta accidentale (per distrazione o stanchezza, scivolamento su erba bagnata ecc…) le conseguenze possono essere ben più gravi se questa accade lungo un tratto dove il terreno è particolarmente esposto senza poi contare che minore sarà la possibilità di recuperare lo sbaglio riportandosi velocemente in posizione di sicurezza.

Le cinque tipologie di difficolta per le uscite Panda Trek a piedi sono

Per Tutti

Nessuna difficoltà di nessun tipo.

Facile

Itinerario su stradine, mulattiere o larghi sentieri, con percorsi non lunghi ben evidenti e che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Richiedono comunque una preparazione fisica alla camminata.

Media

Itinerari che si svolgono su sentieri di ogni genere oppure su evidenti tracce di passaggio in terreno vario (pascoli, detriti, petraie), di solito con segnalazioni; possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua dove, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppano a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Possono svolgersi su pendii ripidi, dove tuttavia i tratti esposti sono in genere protetti o assicurati (cavi). Possono avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi né impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (scalette, pioli, cavi) che però non necessitano dell’utilizzo di equipaggiamento specifico (imbragatura, moschettoni, ecc.). Richiedono allenamento alla camminata, oltre a calzature ed equipaggiamento adeguati. E ‘il tipo di sentiero maggiormente presente sul territorio e più frequentato e rappresenta il 75% degli itinerari dell’intera rete sentieristica organizzata. Dislivello tra i 300 e gli 800 metri

Impegnativa

Si tratta di itinerari generalmente segnalati ma che implicano una capacità di muoversi su – sentieri o tracce su terreno impervio e infido (pendii ripidi e/o scivolosi di erba, o misti di rocce ed erba, o di roccia e detriti); – terreno vario, a quote relativamente elevate (pietraie, brevi nevai non ripidi, pendii aperti senza punti di riferimento, ecc.); – tratti rocciosi, con brevi difficoltà tecniche (percorsi attrezzati, vie ferrate fra quelle di minore impegno). Necessitano: esperienza di montagna in generale e buona conoscenza dell’ambiente alpino; passo sicuro e assenza di vertigini; equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguate. Il dislivello si attesta tra i 500 e i 1000 m. Sebbene il percorso continui ad essere ben segnalato, il tracciato diventa un po’ più impegnativo sia per il fondo che per la lunghezza, e richiede un maggiore allenamento.

Molto Impegnativa

I sentieri superano i 1000 m di dislivello, quindi bisogna essere davvero ben allenati, e dovrete essere pronti ad affrontare ogni tipo di tracciato, anche ripidi pendii o ghiaioni. La segnaletica non sarà sempre presente, quindi oltre ad un buon senso dell’orientamento e all’abilità di seguire anche leggere tracce sul terreno, è necessario saper leggere una carta dei sentieri, così da sapere sempre dove ci si trova e cosa si ha vicino in caso di bisogno. Non servono ancora particolari attrezzature di montagna. Richiedono una discreta conoscenza dall'ambiente alpino, passo sicuro ed assenza di vertigini. La preparazione fisica deve essere adeguata ad una giornata di cammino abbastanza continuo.


 


Le ultime News

  • 18 Giu

    DEFINIZIONE GRADI di DIFFICOLTA’

    scritto da Elio

    I parametri che definiscono la difficoltà sono: Dislivello: la somma della pendenza in salita e discesa compreso i vari dislivelli dei saliscendi durante il percorso Distanza reale: distanza calcolata...

  • 25 Gen

    Proviamoci ancora

    scritto da Elio

    Salve a chi mi legge! Visto i vari DPCM e visto che, per il momento, non si può uscire dal Comune, approfittiamone per conoscere meglio Milano… 31 gennaio         Milano Magica e Stregata 6 febbraio  ...

  • 17 Nov

    Si continua a resistere...

    scritto da Elio

    Salve a chi legge. Più che resistenza, ci mettiamo molta resilienza e cerchiamo di non "spezzarci" di fronte a questo uragano che ci sta investendo... Sono noto per essere un ottimista veramente ingua...

  • 24 Ago

    Si è ricominciato...grazie!

    scritto da Elio

    Salve a chi mi legge! dai che forse ce la facciamo... le uscite alla domenica stanno andando benino e, tutto, grazie a voi che partecipate. Piano piano, stiamo ricostituendo lo "zoccolo dura". E vai! ...

  • 24 Ago

    Dalla Foresta Nera alle Marche...

    scritto da Elio

    Salve a chi mi legge. Stante la situazione, ho deciso di spostare la Festa degli Amici Panda Trek, dalla Foresta Nera in Germania, alle Marche... da Hesse a Leopardi, da Friburgo a Urbino, i boschi ci...

  • 30 Mag

    Si continua... con cautela

    scritto da Elio

    Salve a chi mi legge; la ripartenza è stata soft, ma c’è stata… bene. Il mio ottimismo innato mi fa vedere qualcosa di buono per Panda Trek 2.0, e quindi ho inserito tutti i programmi giornalieri sino...

  • 22 Set

    Viaggiare con Panda Trek alla "maniera Panda Trek

    scritto da Panda Trek

    Turismo fatto in maniera molto responsabile... CAMMINARE, PEDALARE, VIAGGIARE COMUNQUE IN MODO DIVERSO, E’ METAFORA DI CONOSCENZA… VIAGGIARE in mezzo alla natura, tra boschi, torrenti, valli e monti p...