WEEKEND 2023 a piedi, in bici, in van...  Emilia

…sulle tracce di San Colombano

Come è noto, il percorso della via Francigena che oggi conosciamo è quello descritto nel suo diario di viaggio dall’Arcivescovo Sigerico, nel ritorno da Roma verso Canterbury tra il 990 e il 994. Giunto a Pontremoli e dovendo attraversare l’Appennino, Sigerico scelse la via del passo della Cisa ( Monte Bardone ), che consentiva di raggiungere, disegnando un ampio arco, le città della pianura ( Fidenza, Piacenza, Pavia ). Esisteva tuttavia anche un altro percorso, più antico, che oggi viene chiamato Via degli Abati, che passava attraverso i monti ed era utilizzato già dal VII secolo soprattutto da chi viaggiava a piedi, quale tragitto più breve da Pavia a Lucca e verso Roma, La Via, utilizzata già dai sovrani longobardi prima della conquista della Cisa, controllata dai bizantini, toccava anche l’abbazia di Bobbio, nel cuore dell’Appennino, dove i pellegrini diretti a Roma e provenienti dalla Francia e dalle Isole Britanniche passavano a venerare le spoglie di San Colombano (+615), grande abate irlandese e padre, con San Benedetto, del monachesimo europeo. Già in età longobarda, a Pavia ed a Lucca, sorgevano “hospitales” di San Colombano. Il tragitto era parimenti seguito dagli abati di Bobbio per andare a Roma presso il pontefice, da cui l’abbazia direttamente dipendeva.


Dettaglio

BREVE ESCURSIONE su alcuni tratti della Via degli Abati VISITA a BOBBIO e all’ABBAZIA di SAN COLOMBANO
1 giorno
Medio
da 5 a 8 persone
€ 15 più il viaggio
assicurazione, accompagnatore, spese fisse

Partenze

27 gennaio
  29/1/2023   ISCRIVITI