da CRANDOLA al PIAN DELLE BETULLE in Valsassina

USCITE nei WEEKEND con Panda trek  Lombardia

…tra maggenghi ed alpeggi

I maggenghi, come i pascoli, non erano abitati tutto l'anno, ma a differenza di questi erano coltivati a prato ed eccezionalmente con qualche campicello di patate (le patate cresciute in alto infatti, forniscono un'ottima semente per i campi in pianura), verdure, granaglie. I maggenghi pertanto sono caratterizzati dalla presenza di un fienile, una stalla, una casèra, un bàit (sorta di casotto, dove scorre acqua molto fredda, per la conservazione del latte nelle caldére) . Il fieno messo da parte in estate, era recuperato in inverno. Non appena il suolo si induriva per il gelo e le riserve di fieno cominciavano a scarseggiare nelle stalle al piano, il contadino si recava sui maggenghi a recuperare qualche carico di fieno. Il fieno  veniva stipato su grandi slitte di betulla, non sempre munite di pattini di metallo, e veniva spinto a valle lungo i sentieri. I maggenghi erano pertanto collegati ai luoghi abitati da sentieri abbastanza larghi e comodi, spesso lastricati con pietre salde e sicure (molti sono ancora visibili e agevolmente praticabili).



Dettaglio

ESCURSIONE Crandola–Ponte Romano–Alpe Besso–Alpe Oro–Ortighera–Pian delle Betulle–Alpe Subialo–Crandola
1 giorno
Medio
zainetto in spalla
pullmino 9 posti
da 5 a 8 persone
€ 15 più il viaggio
assicurazione, accompagnatore, spese fisse

Partenze

11 novembre
  12/11/2022   ISCRIVITI