La SPAGNA “VERDE” Paesi Baschi, Cantabria, Asturie, Galizia…

Terre Celtiche

Si può dire che la costa settentrionale sia l’eterna consacrazione del verde. Dalle praterie dell’interno fino all’orlo stesso della scogliera, tutto passa attraverso il colore verde. Il prezzo, lieve, da pagare è la pioggia sottile che alimenta il suolo, armonizza il paesaggio e mantiene l’equilibrio idrografico. E’ la montagna che si affaccia sul mare. Un mare, il Cantabrico, che forma strapiombi spettacolari in cui trovano rifugio piccoli porti, spiagge di sabbia sottile e cale nascoste sorvolate da gabbiani. Gli abitanti di questi luoghi, celti, asturi, cantari e baschi, favoriti dalla natura, tennero testa a Roma, agli arabi e ai popoli invasori che venivano dal mare. Nelle Asturie cominciò la Riconquista, la lotta contro gli arabi che sarebbe durata quasi sette secoli; dalle montagne della Cantabria partirono, nel IX secolo, i “colonizzatori” della Castiglia devastata dalle guerre; nei Paesi Baschi si conserva la lingua più antica d’Occidente, l’euskera.

Dettaglio

BILBAO, SANTANDER, ALTAMIRA, CUDILLERO, OVIEDO, A CORUNA, SANTIAGO di COMPOSTELA, BURGOS
11 giorni
Per tutti
alberghetti
su pulmino
pulmino 9 posti
da 5 a 8 persone
€ 1.000
pernottamento e colazione dalla notte del 1° giorno alla colazione del 11° giorno, viaggio in pullmino 9 posti da Milano, carburante, assicurazione, accompagnatore

Partenze

30 giugno
  1-11/8/2019   ISCRIVITI