Fiumi d'Europa in bici

Le Vene d’Europa

L’Europa, o meglio coloro che ci hanno vissuto e che ci vivono, devono la loro esistenza allo scorrere delle vene che percorrono in tutte le direzioni il continente: fiumi. Fiumi maltrattati… vittime di captazioni eccessive di acqua, distruzione degli argini, specie nelle aree di espansione naturale, o ancora peggio, sbarramenti artificiali che ne impediscono il naturale corso. Appena il 40% delle acque di superficie europee è in buono stato di salute mentre secondo il Living Planet Report del WWF la percentuale di specie legate ai fiumi nel mondo è crollata dell’81% dal 1970: per questo gli stati d’Europa devono sforzarsi per proteggere le ‘vene blu del pianeta’ e riportarle al loro stato naturale. Anche tutti noi possiamo fare qualcosa di piccolo e di grande allo stesso tempo, attirando l’attenzione sul problema, pedalando lungo le loro sponde. L’acqua è il nostro elemento naturale grazie al quale possiamo esprimere il nostro talento e la nostra energia. Ma spesso ci dimentichiamo che si tratta di un bene che la natura ci offre gratuitamente se manteniamo integra la naturalità di fiumi, laghi, ruscelli.

In caso di date predefinite per quanto riguarda l'anno in corso, le potete trovare di seguito. Se non le trovate, vuol dire che per quest'anno non ci sono proposte con date fisse per quanto riguarda la tipologia "Fiumi d'Europa in bici", ma...

....se siete un gruppo di almeno cinque persone, potete scegliere dal catalogo la meta che vi interessa, decidere la data di partenza, chiedere un preventivo senza impegno (ve lo manderemo entro un giorno) e, se vi va bene, si parte.  Sarà sempre presente un accompagnatore Panda Trek che gestirà il gruppo in tutto e per tutto, facendo anche da guida. Scaricate il catalogo cliccando qui sotto…